MERITOCRAZIA E CDA
Il Consiglio di Amministrazione ha un ruolo importante nel promuovere la cultura della meritocrazia in azienda, partendo dalle modalità di funzionamento dell’organo stesso e proponendosi come agente di miglioramento ed innovazione, attraverso la valorizzazione del capitale umano e la ricerca delle competenze tecniche ed attitudinali necessarie per il successo sostenibile. Riteniamo che la governance meritocratica si riassuma nei 5 principi sotto enunciati. Il tuo CdA promuove la meritocrazia? Scoprilo assieme noi.

Da anni costruiamo insieme a tante società un dibattito sul livello di meritocrazia nei consigli di amministrazione e sul ruolo del CdA nel promuovere la meritocrazia in azienda. Sappiamo che la tua esperienza potrà essere preziosa.

 

L’importanza della “buona governance” è sempre più percepita come elemento essenziale per creare aziende forti e resilienti, capaci di affrontare periodi di incertezza e di trovare soluzioni nuove a nuove sfide. Noi riteniamo che la “buona governance” si fondi anche sul concetto di meritocrazia che si manifesta attraverso la valorizzazione delle competenze e la trasparenza dei processi decisionali.

 

Il progetto Meritocrazia e CdA si articola in attività volte a studiare e confrontarsi rispetto ai temi di maggiore impatto per la governance delle aziende in Italia:

 

 

 

I cinque principi dell’impresa meritocratica

 

In aggiunta ai principi generali della meritocrazia, tra i quali:

  • il merito deve essere misurato e valutato trasparentemente;
  • il merito deve avere conseguenze;

vi sono 5 principi di base perché un’impresa possa definirsi meritocratica:

 

  1. MERITO E GOVERNANCE. La meritocrazia parte dal vertice dell’impresa, vale a dire dall’organo di amministrazione, ed è successivamente e coerentemente diffusa a tutti i livelli organizzativi
  2. NOMINA E REMUNERAZIONE CDA. La nomina dei membri dell’organo di amministrazione è il risultato di un processo selettivo basato sulla trasparenza e su alti standard qualitativi ed ha come obiettivo l’inclusione delle competenze tecniche ed attitudinali richieste per la definizione del piano strategico e per il controllo dei processi di governance, in ottica di gestione etica ed efficiente e creazione di valore a lungo termine per gli azionisti, tenendo conto degli interessi degli altri stakeholder rilevanti per la Società. La remunerazione dei componenti degli organi sociali è adeguata e proporzionale alle responsabilità e all’impegno profuso anche per i consiglieri di amministrazione non esecutivi e per i componenti degli organi di controllo, nonché tiene in considerazione obiettivi di performance in linea con la strategia ESG della Società.
  3. FUNZIONAMENTO CDA: l’organo di amministrazione si impegna ad effettuare regolarmente una valutazione delle proprie performance quantitative e qualitative (facendo eventualmente ricorso ad esperti esterni) e ad informare gli azionisti dei risultati della valutazione. Il Presidente dell’organo di amministrazione si impegna a garantire indipendenza di giudizio nelle modalità di valutazione e a identificare eventuali azioni per promuovere la valorizzazione di talenti e competenze nell’organo di amministrazione e la connessione tra organo di amministrazione e management.
  4. CAPITALE UMANO E CULTURA: L’organo di amministrazione è consapevole degli impatti che il buon governo del capitale umano genera sulla performance e sul successo sostenibile della società e promuove una cultura aziendale capace di generare equità e coinvolgimento tra i dirigenti, i collaboratori e gli stakeholder, nel rispetto dei principi etici e di diversità, inclusione e apertura verso l’innovazione.
  5. POLITICHE E PRASSI AZIENDALI: L’organo di amministrazione istituisce politiche aziendali e prassi di governo societario volte a promuovere il talento, l’impegno e i risultati ottenuti dagli individui che ne fanno parte.  I processi di assunzione, le metodologie di valutazione, i piani di successione e le politiche di remunerazione sono costruiti su questi principi e coerenti con gli obiettivi ESG della Società.

 

 

Partecipa anche tu!

 

Aderisci alla campagna. Iscriviti al Forum della Meritocrazia, partecipa ai nostri eventi, proponi spunti di riflessione e idee di approfondimento… contribuisci a promuovere la buona governance. Invia le tue proposte a segreteria@forumdellameritocrazia.it indicando “Progetto Meritocrazia e CdA”

 

Che cos’è il Forum della Meritocrazia

È un'associazione no-profit fondata nel 2011, che ha l'ambizione di rendere l'Italia una comunità meritocratica in cui i valori del merito, distinguibili nell'eguaglianza delle opportunità e nel riconoscimento dei meriti individuali, siano pienamente condivisi e praticati.

Scopri di più su di noi

Se vuoi, tu puoi fare la differenza.