Sebbene non ci siano dubbi che siano stati fatti molti progressi verso l'uguaglianza di genere sul posto di lavoro, la parità di genere è ancora molto lontana. E ciò è particolarmente vero per un segmento specifico della popolazione di donne lavoratrici, il 18% che lavora in aziende a maggioranza maschile. Mentre le donne continuano a portare a casa solo 81 centesimi per ogni dollaro guadagnato dalle controparti maschili e costituiscono solo il 5,2% dei CEO delle aziende S&P 500, le donne impiegate in luoghi di lavoro prevalentemente maschili hanno più probabilità di subire discriminazioni di genere rispetto a coloro che lavorono in imprese per lo più femminili o miste, secondo un sondaggio del Pew Research Center.

Condotto tra luglio e agosto 2017, il sondaggio ha raccolto i sentimenti della forza lavoro femminile americana solo un paio di mesi prima che il movimento #MeToo prendesse il centro della scena, consentendo alle donne di condividere le loro storie di molestie sessuali e aggressioni. 

Tra le scoperte più significative c'è la percentuale di donne che affermano di essere trattate in modo equo rispetto alle promozioni e alle opportunità di avanzamento di carriera: solo il 38% per le aziende per lo più maschili, rispetto al 70% per lo più femminile. Allo stesso modo, il 48% delle donne nei luoghi di lavoro a maggioranza maschile ricorda di essere stato trattato in modo equo durante il processo di assunzione e il 35% riferisce di guadagnare meno degli uomini che fanno lo stesso lavoro. Questi numeri nei luoghi di lavoro a maggioranza femminile sono rispettivamente il 79% e il 22%.

Quando le donne non sono ugualmente rappresentate nella forza lavoro, è più probabile che vengano trattate come incompetenti (37%) e che abbiano meno probabilità di ricevere supporto da parte dei dirigenti (24%). Inoltre, il 49% delle intervistate ha riportato il problema delle molestie sessuali, mentre il 28% lo ha sperimentato in prima persona. Quel che è peggio, molte dubitano degli sforzi dei loro datori di lavoro per migliorare il gender gap all'interno delle loro aziende, con oltre la metà delle intervistate che afferma che le aziende non prestano abbastanza attenzione al problema.

Non è probabile che la discriminazione segnalata possa essere attribuita alle differenze demografiche tra le donne nei luoghi di lavoro principalmente maschili e soprattutto femminili, secondo la ricerca del Pew, poiché tutti gli intervistati avevano un'età mediana simile e un background educativo, razziale ed etnico comparabile. Allora, qual è la fonte di questa disuguaglianza di genere? La cultura aziendale può essere una risposta. "Affinché ci sia vera uguaglianza, le organizzazioni devono creare un ambiente in cui sia chiaro che le persone saranno trattate allo stesso modo", afferma Ellyn Shook, Chief Leadership e Human Resources Officer di Accenture. E tocca ai leader di un'azienda stabilire lo standard. Fortunatamente, ci sono molti approcci che i dirigenti possono adottare per coltivare una cultura di uguaglianza.

Nell'ultima parte della ricerca "Getting to Equal" di Accenture, Julie Sweet, CEO di Shook and Accenture per il Nord America, ha intervistato più di 22.000 uomini e donne di 34 paesi per identificare i fattori più diffusi nelle culture dell'uguaglianza. Possono essere classificati in tre aree: una leadership audace che inserisca tra le priorità il problema della parità di genere sul posto di lavoro, delle azioni e politiche complete al fine di promuovere il recrutamento di donne e la creazione di netwoork tra uomini e donne, un ambiente "empowering" dove alle dipendenti venga data libertà, flessibilità e sicurezza di vestire come vogliano, di essere innovative e di poter anche lavorare da casa occasionalmente. 

Quando queste dinamiche sono all'opera in un'organizzazione, i risultati sono notevoli: le donne hanno una probabilità nove volte inferiore di subire discriminazioni o molestie sessuali e il 35% di probabilità in più di avanzare nel management aziendale. Da qua, la probabilità di essere promossa in ruoli dirigenziali più alti aumenta di quattro volte.