L'IMD World Talent Ranking si basa sulla performance dei Paesi in tre categorie principali: investimenti e sviluppo, appeal e prontezza. Le tre categorie valutano come i Paesi si esibiscono in una vasta gamma di settori. Questi includono istruzione, apprendistato, formazione sul posto di lavoro, competenze linguistiche, costo della vita, qualità della vita, retribuzione e aliquote fiscali.

L'Europa continua a dominare la lista del 2017, con 11 delle 15 economie competitive più talentuose basate sul continente, dopo una forte performance nel 2016. Svizzera, Danimarca e Belgio rimangono i paesi più competitivi nel ranking IMD World Talent 2017. Tra gli altri: Austria, Finlandia, Paesi Bassi, Norvegia, Germania, Svezia e Lussemburgo.

Ciò che, però, si evince da questa ricerca è la posizione dell’Italia: il Bel Paese è ancora una volta principalmente un esportatore di talenti, non un importatore. Questo dato fotografa molto bene la problematica del merito e del talento nel mondo del lavoro italiano che spesso costringe i nostri cervelli a raggiungere Stati con un appeal maggiore.